DALL’EQUILIBRIO DEI QUATTRO ELEMENTI CLASSICI - ACQUA, ARIA, TERRA E FUOCO - DIPENDE LA VITA DELLA SPECIE UMANA E LA SOPRAVVIVENZA DEL NOSTRO PIANETA, E A TALE FINE INDIVIDUIAMO IN ULTERIORI QUATTRO ELEMENTI L’HUMUS FORMATIVO DELL’ANIMO UMANO:

ARTE
MUSICA
SPIRITUALITÀ
NATURA

ARTE

“L’arte non riproduce il visibile, ma rende visibile”
(Paul Klee - “Schöpferische Konfession”, 1920)

Il dipartimento ARTE è una parte integrante di "Euphonie", e confererisce una cornice di sperimentazioni visuali ed esperimenti sensoriali. Così come i quattro elementi - acqua, fuoco, aria e terra - sono indispensabili per la vita della specie umana e del cosmo, similmente l’arte ha una grande rilevanza nel risveglio dello Spirito, nutrendo riflessioni e percorsi all’infuori del mero aspetto materiale dell’esistenza.

L’arte medesima, fosse essa espressa in forma di pittura, video, scultura, fotografia, architettura o performance, si avvale spesso dei principi dei quattro elementi, in quanto sia la materia che il suo significato diventa ora forma fluida, ora si assottiglia per svanire, altre volte coagula creando nuovi connubi materici e cambiando i pre-esistenti, pur sempre astraendosi dal "qui ed ora" per indicare ambiti immateriali di aspirazione trascendente.

Tanto è che l’arte si offre veicolo per connettere la materia allo spirito, la terra al cielo, il visibile all’invisibile. L’intenzione dell’arte è di donare gli strumenti alla vista per superare la percezione del dato concreto e abbandonarsi ad un processo di percezione più sottile. Le opere d’arte di tutta la storia offrono allegorie e simboli permeati dal fuoco, dall’acqua, dalla terra e dall’aria.

Guardandole, l’uomo si mette in relazione con il mondo: l’arte riesce a trasfigurare il mondo rendendo la sua essenza percettibile a livello cognitivo e sensoriale. Questo può avvenire attraverso gli artisti, antenne sensibili che spesso diventano il medium per far dialogare le sfere apparentemente distanti ma fortemente interconnesse.

Viaggiando a ritroso nelle tappe fondanti della storia dell’arte, si passa per il Rinascimento in cui spicca la propensione di studiare e rappresentare visivamente le leggi dell’universo, in un gioco di alternanza tra le forze elementali. Oppure in molti quadri del Romanticismo - in William Turner o Caspar David Friedrich per esempio -, si manifesta una ricerca del senso profondo dell’esistenza attraverso le forze della natura, messe in relazione col divino.

In tanti capolavori di questi grandi Maestri si cristallizza l’ideale dell'energia cosmica che traspira nella sua bellezza intrinseca. Secondo Platone, “guardare il bello riconduce al buono” (Sympósion), e si rivela l’effetto curativo che l’arte può esercitare sulla mente umana. Euphonie, attraverso il Festival dei quattro elementi e percorsi espositivi dedicati, valuta e propone opere di ricerche aperte e interdisciplinari che contemplano tale spirito.


Phone: +39 335 599 5443 
Lun a Dom: 10.00am - 18.00.pm
Email: info@euphonie.it

Copyright © 2021 | Euphonie. All Rights Reserved.